Come gestire la televisione in famiglia

Gabriella, giovane mamma di una bambina di dieci anni ed una bimba di undici mesi, ci racconta come vive insieme alla sua famiglia il rapporto con la televisione.

A casa tua c’è l’abitudine di tenere il televisore accesso quando siete a tavola?
Generalmente no, mio marito a tavola non ama parlare di lavoro o di problemi, di conseguenza considerando che nell’ora di pranzo vengono trasmessi i telegiornali, la Tv è spenta.

Quando sei in casa tieni il televisore acceso?
No, se mi occupo delle faccende domestiche ascolto musica, altrimenti leggo.

Tua figlia ha 10 anni, come ti poni tra lei e la Tv?
Faccio in modo sempre di tenere d’occhio i programmi che guarda, compreso i cartoni animati, argomentandoli insieme a lei per considerare i messaggi che trasmettono. Secondo me, è importante che i bambini non siano lasciati da soli davanti alla Tv, perché se non viene fornita loro una chiave di lettura, rischiano di acquisire una realtà distorta, considerando totalmente reale ciò che viene trasmesso.

Guardate la Tv dopo cena?
Si, dopo aver scelto insieme cosa vedere e seguendo le indicazioni del bollino per i bambini.

Che cosa pensi dei messaggi pubblicitari e come li poni di fronte a tua figlia?
Io penso che la pubblicità può stereotipare il modo di pensare dei bambini ed anche degli adulti, portandoli per esempio a vestire ed a comportarsi in maniera uguale. Però non la demonizzo in quanto oggi la pubblicità rappresenta parte dell’economia, naturalmente è necessario argomentarla, per considerare la realtà del messaggio. Per quanto riguarda la mia famiglia, amiamo acquistare le cose belle, ma a parità di prezzo, scegliamo il prodotto che ha la qualità maggiore, senza lasciarci influenzare dalla firma.

Avete la Tv in camera?
No, guardare la Tv a letto è un rituale piacevole che ci concediamo di tanto in tanto insieme con nostra figlia, lo consideriamo come un momento di festa e di relax.

In conclusione cosa pensi della televisione?
Penso che è un ottimo strumento, ma da usare con le dovute precauzioni.