Essere se stessi

Gli esseri umani hanno bisogno di distinguersi, nonostante sono già distinti tra loro. L’organizzazione sociale e la mancanza di cultura, spingono continuamente all’omologazione. Ad appagare il bisogno di distinzione, c’è la macchina consumistica che sforna continuamente prodotti e tendenze.

La maggior parte delle persone è vittima della cultura dominante e fa fatica ad affermare il proprio modo di essere. Ognuno di noi ha delle peculiarità uniche e irripetibili, che fruttificano solo se creano benefici per gli altri. Quindi, bisogna ignorare la spinta all’immagine e concentrarsi sull’espressione delle proprie risorse.

L’inganno è ricercare l’ammirazione, che non è altro che bisogno di approvazione. Ad alimentare questa deviazione c’è la macchina dell’intrattenimento televisivo e dei social network. L’ammirazione ha dei parametri sociali, quindi spinge nella direzione opposta della valorizzazione dell’espressione personale.

Il benessere si alimenta con la civiltà e la cultura. La civiltà si basa sull’educazione, la cultura sulla valorizzazione delle unicità.

Pezzi Difettosi