Come vedere in positivo

Il nostro benessere è condizionato dalla visione che abbiamo del futuro.

Carl Jung ha dichiarato che gran parte dei suoi pazienti che avevano superato la mezzetà, erano affetti da turbe psichiche a causa della mancanza di fede.
In effetti il credere alla vita eterna permette di avere un’aspettativa di un nuovo inizio, anzichè di una fine.

La prospettiva che proiettiamo nella nostra mente fa la differenza tra benessere e malessere.
Immaginiamo di dover andare ad una festa, se pensiamo preventivamente che ci annoieremo ne saremo disgustati, se invece ci concentriamo sulle persone che ci piacciono e che incontreremo, ecco che siamo pieni di entusiasmo.

Spesso il futuro è come lo pre-vediamo.
Le nostre azioni sono il frutto dei nostri progetti, che sono spesso frutto delle nostre abitudini sociali.
Coltiviamo e frequentiamo amicizie propositive? Ciò generarà progetti propositivi.
Scegliamo di stare a contatto con gente lamentosa e disfattista? Le nostre idee saranno pessimiste e disfattiste.

Il benessere si alimenta con pensieri di fede e fiducia, che è nostra responsabilità coltivare attraverso le letture, i programmi Tv che vediamo, i siti web che consultiamo, le persone che frequentiamo.