La formazione riguarda l’istruzione

Lo sviluppo personale si occupa di favorire quelle attitudini e comportamenti, che consentono di raggiungere gli obiettivi soprattutto nel contesto lavorativo. Negli anni però, questo tipo di attività ha sconfinato nell’area del disagio, che riguarda invece competenze specifiche nel ramo della psicologia medica.

Oggi esistono corsi di formazione per vendere, motivazione e fiducia in se stessi, conquistare donne o uomini, liberarsi della timidezza, dimagrire, ecc. Il confine tra l’insegnamento di tecniche comportamentali e l’attività dello psicologo è diventato sempre più esiguo.
La persona che vive un disagio ha bisogno di un esperto in campo medico qualificato e competente, non di un formatore.

Il rischio di relativizzare.
Alcune persone che operano nell’ambito della formazione si arrogano il diritto di relativizzare la medicina, la filosofia e le religioni. 25Il formatore diventa l’unico referente per qualunque tipo di questione esistenziale.

Il contesto culturale.
Il formatore “tuttologo” attecchisce nei contesti in cui vi è assenza di cultura e conoscenza. La mancanza di istruzione e la pigrizia fanno preferire le soluzioni spicciole dettate da chi è maggiormente convincente.

Lo sviluppo personale fornisce istruzione, NON riguarda le cure mediche, la filosofia e la religione.