Come favorire la condivisione

Gran parte dei mali della società, se non tutti, sono causati dalla cupidigia e dall’egoismo. Da sempre, l’egoismo è il più grave impedimento al benessere globale.

Il benessere, per essere realmente usufruibile, deve coinvolgere l’intera comunità. La qualità della vita, nel senso più ampio del termine, si attiva solo in ambiti di civiltà e socialità evoluti.
Nei contesti dominati dal degrado invece, i privilegi sono riservati a pochi. In queste realtà il benessere è assente, perché l’ingiustizia e la precarietà generano la frustrazione, che sfocia poi nella depressione e/o nel crimine.

Benessere e qualità della vita, si generano e si mantengono vivi solo quando vi è la condivisione.