Mantenere la posizione

Mantenere la posizione richiede lo sviluppo personale. Chi ha letto “Il Gattopardo” di Giuseppe Tomasi da Lampedusa”, ricorderà la famosa frase: se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi.
Per mantenere le condizioni in cui ci si trova occorre affinare continuamente nuove strategie e metterle in pratica.

Chi non intercetta i segnali di cambiamento resta indietro, rimane fuori dalla realtà futura.

L’esempio più eclatante è l’avvento di internet. Dal nulla sono sorte aziende che prima non esistevano, ed hanno oscurato quasi dall’oggi al domani realtà imprenditoriali che avevano posizioni dominanti di mercato. I rischi sono alti ed il prezzo da pagare è troppo caro. Fallimenti aziendali e disoccupazione sono quasi sempre imputabili all’isolamento.
Se mi isolo, sono più debole e rimango senza informazioni.

Per crescere occorre rimanere collegati alla realtà presente e futura.
Occorrono informazioni.
Al posto della televisione, posso reperire informazioni su siti e riviste di settore, leggere libri, portare a cena una persona più intelligente e più informata di me.