Come raggiungere le proprie mete

E’ curioso riflettere a quanto spesso utilizziamo la nostra mente per elaborare pensieri infruttuosi e di poco conto. Il nostro cervello lavora continuamente su quello che percepisce attraverso i cinque sensi, soprattutto con l’udito e la vista.
Se ci troviamo ad esempio di fronte ad una vetrina,  ci mettiamo ad osservare un capo di abbigliamento che ci piace e iniziamo a pensare a quanto sarebbe bello averlo. Poi, continuando a pensarci ancora, immaginiamo di abbinarlo a quella scarpa e di indossarlo in quella o in quell’altra occasione, provando il piacere ed il prestigio che ci fa sentire a nostro agio. Accade così, che ci siamo dati tanti buoni motivi sul perché acquistarlo, ed il nostro semplice desiderio si è trasformato in un bisogno. Di conseguenza, sarà sempre la nostra mente a trovare la soluzione su come acquistarlo, anche se non possiamo permettercelo.

Immaginiamo invece, di imparare a fornire noi al nostro cervello gli argomenti su cui lavorare. Di cosa ci piacerebbe che si occupasse? Di migliorare la qualità della nostra vita? Eccolo che è già al lavoro, sta elaborando cosa significa qualità della vita. Adesso inizia ad elencare tutti i vantaggi che derivano da una migliore qualità della vita, i perché.

Quando ha maturato una buona quantità di perché, passa ad elencare i vari modi per ottenerla, i come. Una volta raggiunta una buona quantità di come, seleziona quello più fattibile. A questo punto, tutto il nostro essere si attiva per realizzare l’idea.
A quanto detto, vanno aggiunti però due fattori importanti: le persone che frequentiamo e ciò che ascoltiamo alla radio e vediamo in televisione. Questi possono infatti agevolarne,  oppure scoraggiarci e distrarci. Può agevolarci l’esperienza di chi ha già raggiunto la meta da noi desiderata, ci deviano e ci scoraggiano le opinioni generiche di chi non conosce l’argomento.

Possono agevolarci film e programmi televisivi e radiofonici relativi a quanto ci interessa, ci distraggono e portano la nostra attenzione altrove tutte le trasmissioni non relative al tema in questione.
E’ da aggiungere infine, che possiamo favorire il lavoro della nostra mente attraverso le riviste ed i libri che trattano il tema specifico.

Però, niente male questa capacità di pensare.
E “pensare” che è gratis.