Come acquisire l’intelligenza economica

Esistono vari tipi di intelligenza, come ad esempio quella artistica o quella matematica. Esiste anche l’intelligenza economica, che permette di gestire il denaro anzichè farsi gestire da esso.

L’intelligenza si sviluppa attraverso l’acquisizione dei concetti su un determinato argomento. Si può essere dei geni in un determinato campo ed avere grosse lacune in altre aree.
Esistono tuttavia dei campi in cui bisogna essere sufficientemente competenti. Uno di questi è il campo economico.

Moltissime persone si ritrovano inguaiate in problemi economici, perchè carenti dei principi base sulla gestione del denaro. Il denaro, alla pari del tempo, è un’energia che può essere utilizzato o sprecato.

Per fare un esempio estremamente semplice, intercettando il corso di un fiume e canalizzandolo in un mulino, si creerà energia da usare per generare energia elettrica.
Non effettuando questa operazione, l’acqua proseguirà oltre senza essere utilizzata. La stessa cosa vale per il tempo sprecato e per il denaro che non viene usato in maniera intelligente.

Nel periodo del boom economico è andata sempre più scemando l’educazione economica. Prima dell’era del consumismo, la parsimonia veniva insegnata nella famiglia ed a scuola.

L’intelligenza è il sapere che consente di vivere e prosperare in un determinato contesto sociale. L’intelligenza necessaria per vivere e stare bene in un villaggio della giungla è diversa da quella che consente il benessere nel mondo occidentale.

L’intelligenza è la somma delle abilità acquisite attraverso l’educazione.

Nel mondo occidentale, l’abilità a gestire il denaro ha un’importanza primaria. Nella giungla si vive raccogliendo e cacciando, nel mondo occidentale si vive spendendo denaro.

Nella giungla l’intelligenza fondamentale è imparare a riconoscere i frutti commestibili, difendersi dagli animali feroci, imparare a cacciare.
Nel mondo occidentale l’intelligenza fondamentale è imparare ad investire il proprio tempo ed il proprio denaro, facendoli fruttificare, altrimenti si diventa schiavi del denaro stesso.