Come stare bene

Gli atleti e coloro che sono soggetti ad alte prestazioni, si sono attrezzati con dei consulenti che li assistono per orientare i loro pensieri in maniera propositiva.
Perchè? Per evitare di essere vittime dello stress e dell’ansia, causati dai pensieri negativi e depotenzianti.

Ambienti altamente competitivi, eccesso d’informazione e la frequentazione di persone pessimiste e disfattiste, “infettano” i pensieri di chi ne viene a contatto.
Risultato, i pensieri pessimisti paralizzano l’intraprendenza e la capacità di raggiungere gli obiettivi.

Chi deve assolvere a grandi impegni e coloro che vogliono raggiungere i propri obiettivi non possono permettersi questo, ed allora si fanno aiutare dal personal coach.

Il personal coach è un consulente, che diventa l’allenatore della mente del proprio cliente. Gli insegna a riconoscere e coltivare i pensieri potenzianti, affinchè possano essere utilizzati in maniera strumentalmente efficaci al raggiungimento degli obiettivi.

Poi c’è il personal coach per il rilassamento, che insegna ad esempio le tecniche di meditazione e lo yoga.
Ma a questo proposito c’è un “insegnante” di rilassamento che conosce tutte le tecniche e le mette in pratica costantemente.
Si tratta del nostro gatto.

Avete mai visto un gatto stressato? No, perchè ogni volta che ne ha l’opportunità si riposa, sonnecchia, dorme.
I suoi hobby preferiti sono le coccole ed i giochi, non guarda la televisione e non ha nessun interesse per l’andamento delle quotazioni in borsa. Va d’accordo con tutti, ma soprattutto con chi si ferma per una carezza o gli concede qualche minuto di gioco.

E come si comporta il gatto con chi va sempre di fretta o è generalmente agitato?
Niente, li ignora. E se possibile, sta loro debitamente alla larga.

Il gatto, un vero personal coach.
Anzi, un Relax coach.