Organizzare bene il tempo

Chi vive nel mondo occidentale deve far fronte costantemente alla gestione di due capitali: il tempo e il denaro.

Abbiamo creato uno stile di vita nel quale il denaro è predominante, per questo siamo costretti a dedicare gran parte del nostro tempo a lavorare. Insieme al lavoro, dobbiamo tener conto del tempo da dedicare a noi stessi e ai nostri cari.

Un piccolo riepilogo su come viene usato quotidianamente il tempo durante la settimana:

  • lavoro,
  • spostamenti,
  • palestra ed altri tipi di attività fisica, 
  • famiglia,
  • dormire e riposarsi,
  • hobby ed amici,
  • lettura, tv, relax.

La percezione della maggior parte delle persone oggi è di non avere tempo.
Come mai?
Oggigiorno il tempo dedicato al lavoro è molto inferiore a quello che impiegavano i nostri nonni.
Quindi? Forse abbiamo una mancanza di equilibrio sulla distribuzione del tempo, ma anche troppi stimoli che attirano la nostra attenzione?

Per mancanza di equilibrio si intende ad esempio, troppo tempo in mezzo alle persone (famigliari compresi) e poco tempo per se stessi.
Per troppi stimoli, si intende le eccessive esigenze fiscali e burocratiche alle quali siamo sottomessi. A cui si aggiunge l’insostenibile quantità di esigenze consumistiche di cui ci siamo viziati e contagiati a vicenda.
A questo carico insostenibile aggiungiamo il bombardamento mediatico, che consiste in un mostruoso pappone composto di notiziari, gossip, inutili salotti, pubblicità martellante e catastrifismi.
Ed infine, quel poco di attenzione che rimane ci viene rubata dalle notifiche sullo smartphone che ci segnala un continuo ingresso di email, nuovi messaggi, risposte, ecc.

Fatta questa rapida anlisi, c’è da chiedersi se è possibile sopravvivere emotivamente e socialmente in questo tipo di contesto.
Forse è il caso di iniziare A SELEZIONARE ed ELIMINARE?

Una soluzione che apporta immediatamente benefici è eliminare gli stimoli esterni, ad esempio:

  1. quando vai in auto ascolta della buona musica o un audiolibro, al posto della radio;
  2. togli o spegni il televisore in sala da pranzo – il nostro relax e la nostra famiglia hanno certamente la precedenza su persone e fatti che non c’entrano nulla con la nostra vita;
  3. a meno che non devi tenerle attivate per motivi professionali, disattiva le notifiche sul tuo smartphone, perlomeno quando vuoi rilassarti o sei con altre persone.

 

Viviamo nell’era degli eccessi. Chi è avveduto ha già capito, che è arrivato il tempo di eliminare, più che aggiungere.