Sei riferimento?

Prima dell’avvento della televisione i miti erano personaggi storici o mitologici, ma il riferimento per i giovani rimanevano di solito i genitori e le persone anziane.

La televisione ha creato nuovi riferimenti, che in genere fanno parte del mondo dello spettacolo e dello sport. Attori, cantanti, piloti e calciatori, acquisiscono totalmente l’attenzione dei giovani e ne dettano i costumi ed i “valori”.
Con questa nuova realtà che si è strutturata ormai da decenni, occorre chiedersi in che modo oggi si educa.

E' paradossale vedere in televisione personaggi esaltati come miti del calcio, che promuovono giochi a premi in denaro (praticamente il gioco d'azzardo) o junk food (il cosiddetto cibo spazzatura).

Come certo saprai, educare significa tirar fuori il meglio da una persona, in funzione dello sviluppo del suo talento e di ciò che è funzionale al benessere sociale.
Domanda: quello che la televisione oggi diffonde, è funzionale allo sviluppo del talento individuale e del benessere sociale? In poche parole, la televisione educa tirando fuori il meglio dalle persone, oppure diffonde costumi che degradano la società?

Se tieni ancora acceso il televisore in sala da pranzo, dovresti portele queste domande.