I potenziali rischi del mancato benessere

Se manca il benessere di base, si decade nel malessere e persino nei crimini contro l’umanità. Ecco in che modo.

La storia ci insegna che i privilegi hanno creato i crimini contro l’umanità. Quando il corruttore corrotto agevola i propri figli con privilegi immeritati, si attiva il conto alla rovescia verso aberrazioni umane come il comunismo e il nazismo.

I privilegi passati da padre in figlio (nepotismo) creano le disfunzioni sociali, che vanno progressivamente ad impoverire la società fino a portarla alla miseria. Quando il popolo è in miseria esplodono le rivoluzioni sociali facendo mattanza dei privilegiati, com’è successo con la rivoluzione francese.

Privilegiare in modo non meritocratico è un pericoloso errore che si commette verso il benessere dei popoli, perché umilia l’umanità delle persone, è quindi percepito come un crimine.
E’ questa percezione di disumanità a fomentare l’odio, che scaturisce in azioni cruente e bestiali.

Il benessere sociale si basa su reali uguaglianze e pari opportunità, prevenendo potenziali rischi distruttivi.