Leggere e non leggere

Il potere mentale è simile a quello economico, dipende dalla disponibilità.

Cosa hai nel portafogli? Banconote o facsimili di banconote? Le banconote ti permettono di avere una disponibilità economica, i facsimili no.

La lettura è lo strumento più pratico ed economico, per creare una disponibilità intellettiva funzionale ai nostri bisogni e ai nostri obiettivi. Se la nostra situazione non ci soddisfa, evidentemente stiamo elaborando nella mente informazioni che non funzionano, dei facsimili che credevamo valore.

La condizione relazionale, professionale, sociale ed economica, è il risultato delle conoscenze, espresse in parole ed immagini, che stiamo usando. Per cambiare condizione, dobbiamo sostituire le parole e le immagini. Lo strumento più economico e funzionale in assoluto è il libro.

La lettura dei libri ci permette di acquisire termini e concetti che attivano nuove dinamiche immaginative, quindi esistenziali. Chi manca di avvantaggiarsi con la lettura, rimane perennemente nella stessa condizione.

Suggerimenti per chi comprende la preziosità dei libri:
– cerca libri biografici che ti ispirano nella tua vocazione;
– leggi i libri di filosofia, ti portano ad livello di pensiero più alto;
– allenati a leggere partendo da cinque pagine al giorno per una settimana per poi aumentare progressivamente, se ti fermi per un periodo riparti dalle cinque pagine;
– educati al quando, quanto e dove, usa leggere sempre nello stesso luogo, alla stessa ora e per la stessa quantità di tempo;
– quando ti dedichi alla lettura disattiva suonerie ed avvisi del cellulare, se c’è del rumore metti una musica bianca come sottofondo;
– liberati dalla fissazione carta e non carta, leggi per i contenuti e non per la forma, utilizza reader, smartphone, tablet o carta, l’importante è che leggi.