Uno stop alla follia collettiva

Quando uno perde la ragione è considerato pazzo, quando la perdono tutti diventa normalità.

Merci di scarsissimo valore che arrivano dall’altra parte del pianeta su migliaia di container trasportati da migliaia di navi che solcano gli oceani contaminando acqua e aria. Una massa enorme di persone che si sposta in tutto il mondo per diletto su migliaia di navi, auto ed aerei, senza considerare i danni all’ambiente e quindi, ad altre persone e a loro stesse.
Questo è il popolo folle che abita il mondo all’inizio del Terzo Millennio.

Adulti che si comportano come bambini viziati, insaziabili e capricciosi, che bisogna continuamente intrattenere e compiacere con immondizia mediatica, cibo spazzatura, viaggi da parco giochi, abiti e gadget che durano meno di una stagione.

Con l’epidemia che sta fermando tutto il mondo, sembra emergere qualche segnale di ragionevolezza. Qualcuno sta osservando deboli segnali di umanità, intelligenza, sana socialità.

Stiamo recuperando la ragione?