Come essere un buon politico

“La più grande prova per l’integrità e l’onestà di un uomo, è la politica”.
(Benessere.it/Riflessioni)

I politici portano un peso di responsabilità enorme, spesso al di sopra delle possibilità di un essere umano, per capace che possa essere. Il politico è sottoposto al giudizio del popolo e della Storia, se non agisce viene considerato da poco, se agisce è sottoposto sempre e costantemente alla critica. La tentazione del potere e della corruzione sono un’insidia costante, anche per chi ha un ruolo secondario. Nei Paesi come l’Italia inoltre, avendo una popolazione con un senso civico mediamente basso, diventa ancora più difficoltoso il compito di chi è preposto a governare.

Serve un grande, enorme sforzo, per immaginare un’Italia più degna e meritevole. Si tratta di un’impresa che ci coinvolge tutti, che richiede però un coordinamento da parte di voi politici.

Cari politici, due cose fondamentali:
1. Per il gravoso ruolo a cui è sottoposta la vostra professione, selezionate per la candidatura solo persone dotate di integrità morale.
2. Per la necessaria efficienza di questa nostra nazione, fate una cernita di candidati dotati di competenza e professionalità.

Il male che ha debilitato l’Italia è la mediocrità. Ci sono delle aree nevralgiche che necessitano di funzionare bene, la cui efficienza deve essere sempre al cento per cento. Come per la persona, la cui operatività è resa vana senza l’efficienza della mente, lo stesso è per uno Stato, la cui testa sono i politici.

Cari politici, è vero che siete sottoposti all’ingerenza di tanti gruppi di pressione  sociale, produttivo e sindacale; oltre a tutti i problemi legati alla politica estera. Tuttavia bisogna mettere in primo piano i fondamentali che riguardano tutti i cittadini, qualunque siano le loro ideologie.
Si tratta di aree vitali:
Istruzione, formazione, educazione.
Accesso alle cure mediche e prevenzione delle malattie.
Rispetto delle leggi.

Per favore, impegnatevi a rendere efficienti queste tre aree. La loro funzionalità è strettamente legata al nostro futuro economico e sociale. Altrimenti non saremo più in grado di sopravvivere in questa nostra amata Italia, che è frutto del sudore, delle lacrime e del sangue versati dai nostri nonni poco più di mezzo secolo fa.

Al momento, noi italiani siamo sottoposti ad una corsa che ci sta sfinendo. Corriamo senza neanche sapere dove stiamo andando. Aiutateci a vedere nuovamente una meta, il futuro.

Cari politici, aiutateci a RALLENTARE.